Festa Patronale Madonna dello Sterpeto e San Ruggiero Vescovo

Pubblicità

Origini Festa Patronale Barletta

Questa festa viene celebrata fin dal 1732, in seguito al terremoto che nel 1731 aveva colpito vaste aree del foggiano e del barese, lasciando quasi illesa la città di Barletta, se non per lievi danni alle abitazioni e da allora, ritenendo la Madonna ancora una volta protettrice, la festa viene ricordata ogni anno nella seconda domenica del mese di luglio. La durata è di tre giorni, a partire dal sabato e venera i due santi protettori della città, ossia la Madonna dello Sterpeto e san Ruggero, anche se nel linguaggio comune è ricordata semplicemente come la “festa della Madonna”. Questa ricorrenza è particolarmente sentita dai barlettani che si riversano per le vie del centro antico per onorare la processione in cui devoti in camice bianco, portano sulle loro spalle la cornice d’argento, ricca di ex voto in oro, nella quale è inserita l’effigie della Madonna dello Sterpeto, seguita dalla statua di san Ruggero, vescovo di Canne. Al lungo corteo partecipano devoti, confraternite, ordini religiosi, clero, canonici unitamente all’arcivescovo, sindaco, autorità civili e militari, membri del comitato Feste patronali, oltre all’intera cittadinanza. Al corteo processionale si affiancano poi le consuete bancarelle, l’ampio luna park, montato per l’occasione e, durante la notte della domenica e del lunedì, i fuochi pirotecnici.